Cos'è la frollatura della carne

Cos’è la frollatura della carne?

Cos’è la frollatura della carne? La frollatura è un processo di preparazione della carne che consiste nel lasciarla a contatto con il ghiaccio o in un ambiente molto freddo per un periodo di tempo prolungato. Questo metodo viene utilizzato per migliorare la texture e la qualità delle carni, in particolare quelle delicate come il vitello o il maiale. La carne frollata risulta più morbida e saporita, ed è anche più facile da tagliare e cucinare.

  1. Il processo di frollatura inizia con il lavaggio della carne in acqua fredda per rimuovere eventuali impurità.
  2. Successivamente, la carne viene posta in un contenitore adatto al congelamento e lasciata in freezer per alcune ore, fino a quando non raggiunge la temperatura ideale per essere consumata.
  3. A questo punto, la carne può essere conservata in frigorifero per diversi giorni, a seconda del tipo di carne e della ricetta che si intende preparare.

La frollatura è un processo molto semplice ma che richiede un po’ di tempo e pazienza. Tuttavia, i benefici che se ne ricavano sono sicuramente superiori alla semplice cottura della carne.

La carne frollata infatti è più saporita e morbida, ed è anche più digeribile grazie alla diminuzione delle fibre muscolari. Inoltre, questo metodo di cottura consente di conservare tutte le proprietà nutritive della carne, rendendola ancora più sana e gustosa.

A cosa serve la frollatura della carne?

La frollatura è un processo di maturazione della carne che consiste nel lasciarla a riposo in un luogo fresco e asciutto per un periodo di tempo variabile. Questo metodo antico serve a migliorare la qualità della carne, renderla più tenera e saporita.

La carne viene frollata per due motivi principali: in primo luogo, il riposo favorisce la rottura delle fibre muscolari, rendendola più tenera. In secondo luogo, la carne perde parte del suo liquido durante la frollatura, concentrando così i sapori.

I tempi di frollatura della carne: quanti giorni?

Il processo di frollatura può durare da qualche giorno a diverse settimane, a seconda del tipo di carne e del risultato desiderato.

Sai qual è il modo corretto di congelare la carne?

Temperatura di frollatura della carne

La frollatura è un processo naturale, non richiede l’utilizzo di sostanze chimiche e può essere effettuato in qualsiasi momento dell’anno. Tuttavia, è importante scegliere un luogo adatto per la frollatura, in modo che la carne non si deteriori. Il luogo ideale dovrebbe essere fresco (circa 0-4°C), asciutto e privo di odori forti, altrimenti anche il sapore delle vostre ricette ne risentirà!

Come avviene la frollatura della carne?

Cos'è la frollatura della carne
Cos’è la frollatura della carne

Sono due le modalità per frollare la carne: il cosiddetto dry-aging, frollatura a secco, e il wet aging, quella a umido.

Entrambe avvengono in celle frigorifere. Nel primo caso la maturazione della carne avviene a temperatura controllata utilizzando lampade UV a ventilazione forzata e controllata. Questo metodo è particolarmente adatto per le carni magre come quella di vitello, tacchino o pollame.

Nel wet aging la carne viene conservata sottovuoto. Il vantaggio di questo metodo è che si evita la dispersione dei succhi durante la cottura, garantendo una carne più tenera e saporita. Inoltre, essendo sottovuoto, la carne non prende odori esterni.

Come fare la frollatura della carne in casa

Prima di iniziare la frollatura, è importante scegliere la carne adatta. La carne di manzo è quella più indicata, ma anche altri tagli come il lombo o il filetto possono andare bene. Evitate di usare tagli magri come il roast beef, poiché non si prestano bene a questo tipo di cottura.

Una volta scelto il taglio di carne, dovrete prepararlo per la frollatura: lavate bene la carne sotto acqua fredda e asciugatela accuratamente con un canovaccio pulito. A questo punto, potete procedere alla salatura. Non esagerate con la quantità di sale, altrimenti rischierete di rendere la carne troppo sapida. Per un chilo di carne, bastano 30-40 grammi di sale grosso.

Disponete la carne su una griglia in modo che l’aria circoli bene intorno ad essa. Lasciatela riposare in un ambiente fresco per 2-3 settimane, controllandola ogni tanto per assicurarvi che non si secchi troppo. Se notate che la superficie della carne si sta seccando troppo, bagnatela leggermente con un po’ d’acqua.

Trascorso il tempo di frollatura, lavate nuovamente la carne sotto acqua fredda e asciugatela accuratamente. A questo punto potete procedere alla cottura come desiderate. Vi consigliamo di cuocerla a bassa temperatura in forno o in pentola, avendo l’accortezza di bagnarla ogni tanto con del liquido (acqua, brodo, vino) per evitare che si secchi troppo durante la cottura.

La carne frollata è pronta quando sarà morbida al tatto e facilmente infilzabile con un coltello. Potete servirla così com’è oppure accompagnarla con verdure o salse a piacere.